In seguito alla segnalazione giuntaci dal Presidente dell’Amministrazione Separata di Casale San Nicola su una frana che ha interessato la montagna sopra la frazione stessa, questa mattina ci siamo recati sul luogo insieme a due tecnici del Genio Civile (un geologo ed un ingegnere), una pattuglia della Forestale/Carabinieri di Isola del Gran Sasso e tre tecnici dell’Enel; oltre a Franco De Angelis, rappresentante di Arco Consumatori e Liberi Cittadini 5 Stelle. La frana ha un fronte di 500 metri circa, che va dalla località Fonte Nera alla presa idrica dell’Enel del torrente Gravone (affluente del Mavone). La zona era già stata interessata da una frana a gennaio del 2017, dopo il terremoto e l’abbondante nevicata, e non è mai stata presa in considerazione dall’autorità competente. Ieri mattina abbiamo constatato che la frana ha deviato il corso di un canale di acqua superficiale captata e poi rilasciata dall’Enel, invadendo i terreni sottostanti alla frana e creando una instabilità del terreno. Ricordiamo che le due frane si sono manifestate lungo la dorsale della montagna in cui c’è una condotta Enel che dalla presa della Valle dell’Inferno, passando da Fonte Nera, arriva alla presa Enel del torrente Gravone, nei pressi dell’Eremo di San Nicola (quota 1.100 mt circa). Teramo, 19/03/18

Il portavoce di Liberi cittadini 5 stelle, Claudio Della Figliola

Il presidente di Arco Consumatori Teramo, Franco De Angelis

Il presidente dell’Amm. Sep. di Casale San Nicola, Fadino Di Pietro

 

Editore Franco De Angelis

riprese e montaggio di Daniele Liberato

commento a cura di Emanuela Cichella

QR Code

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto