I frutti del precedente Governo Conte continuano a vedersi: nucleare e gas fuori da fondi Ue, ora vera transizione.

Comunicato dell’on. del Monaco

La decisione della Commissione europea di tenere il nucleare e il gas fuori dai finanziamenti, attraverso i green bond, mette l’Unione sulla retta via della transizione energetica ed ecologica. Finalmente ora potremo concentrare energie e risorse dei cosiddetti green bond europei sugli investimenti in efficienza, rinnovabili, accumulo e reti intelligenti, necessari e indispensabili a ridurre le emissioni di gas serra e a costruire un modello energetico sostenibile, in grado di dare slancio a un nuovo settore industriale, portando benessere diffuso e posti di lavoro.
Potremo altresì archiviare le antiche nostalgie per le fonti fossili o per soluzioni costose e rischiose, proprio come l’energia nucleare.

L’emissione di 250 miliardi di euro in green bond e gli ingenti investimenti che nel nostro Paese saranno possibili grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), ottenuti dall’allora presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ci mettono in condizione di affrontare la rivoluzione delle ecoenergie.
Il M5S, da sempre in prima linea per quanto concerne la tutela e salvaguardia dell’ambiente e lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili, continuerà a lavorare a questo processo, che porterà concreti benefici a cittadini e imprese.
È il momento di pianificare gli interventi necessari da Nord a Sud e nelle nostre acque territoriali, obiettivo improcrastinabile.
Un nuovo capitolo sta per avere inizio, una nuova era, potremmo azzardare, ed io, in quanto membro della Commissione Ecomafie non posso che gioirne e provare grande soddisfazione per il lungo lavoro svolto, spesso in sordina.
Ora vede la luce, ora è finalmente possibile, grazie a chi fu lungimirante, a chi ha creduto sempre in nuove possibilità muovendo le pedine giuste per trasformare la realtà di questo Paese. Nonostante tutto e tutti. Con le risorse necessarie realizzeremo gli impianti rinnovabili per soddisfare il nostro fabbisogno energetico. Ora si può.

QR Code

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto