Garante dei disabili, avv. Paolo Colombo: “Nuovo Codice della Strada: le regole dal 1° gennaio 2022.”

Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo, rende note le nuove norme nel Codice della Strada inerenti alla categoria della disabilità già entrate in vigore il 1° gennaio 2022.
Diverse infrazioni comporteranno sanzioni più dure. Le modifiche, che sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale lo scorso 9 novembre 2021, riguarderanno diversi modi di agire ritenuti scorretti.
Nel dettaglio, raddoppiano le multe per chi parcheggia senza avere il contrassegno nelle aree riservate ai veicoli delle persone con disabilità. La multa va da un minimo di 168 euro a un massimo di 672 euro, a cui si aggiunge la decurtazione di quattro punti dalla patente (prima erano due).
Triplicano invece i punti decurtati, da due a sei, per chi usa un contrassegno non valido (come una fotocopia, un’autorizzazione di qualcun altro o già scaduta).
I veicoli per il trasporto delle persone con disabilità possono parcheggiare gratuitamente nelle aree a pagamento nel caso in cui risultino già occupati o indisponibili gli stalli a loro riservati.
“Finalmente si è deciso di optare per la linea dura nei confronti di chi lascia la vettura in sosta senza essere in possesso dell’apposito contrassegno, comportamento frequente e scorretto da parte di chi non ne ha diritto. A questo punto, occorre adeguare la segnaletica e attuare comportamenti conformi alla nuova attuale normativa perché stanno arrivando segnalazioni di non ancora adeguata conoscenza delle novità”. – conclude l’avv. Paolo Colombo.

QR Code

2 commenti

  • Alba

    Sono d’accordissima che si prendono queste decisioni così drastiche, io essendo disabile con patente,non ho avuto mai il piacere di poter parcheggiare nei posti destinati a noi. Nonostante abbia informato i vigili che erano in servizio. Mi auguro che questo nuovo regolamento (salato) venga rispettato. X poter vivere più tranquilla almeno quando si va o a prendere un po’ di aria o che si vada a fare delle commissioni grazie.

  • Pasquale

    Sono assolutamente d’accordo con te. Sono altresì convinto che bisognerebbe inasprire le pene per tutti i reati contro la persona. Il buonismo produce solo comportamenti disdicevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto