Arriva in libreria la fiaba della Signora Spitocchia

“Carissimi amici ed amiche, vicini e lontani, finalmente posso annunciarvelo. Ho scritto un libro, anzi no, ho scritto una fiaba. Bellissima, piena di fantasia, di personaggi strani e tanta ironia. Si ride, si pensa e soprattutto si riflette. È la storia di un mondo parallelo costruito dalla fantasia, dove l’allegoria e la metafora fanno sì che ogni fatto narrato, seppur risulti essere fantastico ed inventato, racconta l’essenza della quotidianità umana con tutte le sue forze e soprattutto le sue debolezze. È una fiaba, e per questo si potrebbe facilmente pensare che a leggerla dovrebbero essere i ragazzi, i giovani, ma non è necessariamente così, questa è una fiaba dove tutti possono entrare e crearsi un proprio spazio di emozioni e viaggiare con i propri pensieri e la propria fantasia e poi soprattutto ridere, ridere e perché no, sorridere.” esordisce così Antonio Tedesco, storico e scrittore alla sua seconda esperienza narrativa.

Già il titolo, “La signora Spitocchia”,  già  di per sé rappresenta un intero programma, ma di più non sveleremo, per adesso è un segreto, saprete tutto, quando leggerete la storia.

Per uno scrittore la scrittura rappresenta un piacere, allevia le ferite e scuote tutte le sensazioni dell’anima, però, sapere che ci sono amici, e non solo, che comprano il libro e taluni lo leggono pure, può far addirittura raggiungere l’apoteosi del piacere. “La signora Spitocchia” edito dalla casa editrice Albatros – il filo, con prefazione della collana Nuove Voci di Barbara Alberti, la potete trovare in formato cartaceo in ogni libreria d’Italia oppure sui siti delle maggiori librerie on line o ancora più semplicemente chiedere a  di persona all’autore che magari vi offrirà anche un caffè.

 

QR Code

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto