Riqualificazione e abbattimento di barriere architettoniche in diverse strade del capoluogo

Caserta – Questa mattina a Caserta sono iniziati i primi interventi mirati all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla riqualificazione dei marciapiedi. Ad annunciarlo è l’Assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Marzo che precisa: “I lavori saranno effettuati in Viale Gallicola, Viale Buonarroti, Via Gemito e una parte di Via Unità Italiana”.

In Via Unità Italiana si interverrà nel tratto che va dall’incrocio con Via Sud Piazza D’Armi fino al Monumento ai Caduti. “Riqualifichiamo il marciapiede che attualmente si presenta in pessime condizioni a causa delle radici degli alberi posizionati al margine dello stesso, che nel corso del tempo hanno alzato la struttura penetrando persino sotto il manto stradale – spiega l’Assessore con delega, tra le altre, proprio al Piano di eliminazione delle barriere architettoniche – E’ prevista inoltre la sostituzione di 18 alberi ad alto fusto, la creazione di uno spazio nuovo su cui posizionare la fermata autobus e la realizzazione di una rampa per diversamente abili”. “In Viale Michelangelo Buonarroti-Viale Gallicola, invece, il progetto prevede la riqualificazione del percorso podistico presente intorno all’Istituto Buonarroti e la sostituzione delle attuali attrezzature ginniche con un impianto ginnico sportivo più moderno – continua l’Assessore Marzo – Infine, in Via Gemito, si procederà al rifacimento della pavimentazione del marciapiede, in particolare nel tratto finale, e alla realizzazione di 4 rampe per diversamente abili”.

“Con questi interventi si concretizza il tema dell’accessibilità tanto decantato ma troppo spesso ignorato – dichiara Massimiliano Marzo – L’accessibilità non è un tema che riguarda solo le persone con diversa abilità motoria, ma anche una mamma che cammina con suo figlio nel passeggino o un anziano che fatica a muoversi con facilità. È nostro dovere garantire a tutti i cittadini gli stessi diritti e le stesse opportunità. Eliminare le barriere architettoniche significa, infatti, maggiore autonomia per i portatori di handicap e, dunque, maggiore inclusione sociale”. Ma non è tutto. “Sono in procinto di partire anche altri due progetti mirati all’abbattimento di barriere architettoniche in città. Vi terrò aggiornati nei prossimi giorni”, conclude l’Assessore Marzo.

QR Code

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto